Crea sito

La Russia pronta ad aiutare la Grecia

Con la Grecia sull’orlo del fallimento e costretta a rastrellare i fondi pensione e la maggior parte degli altri fondi pubblici, con davanti a sé mesi di pesanti rimborsi al FMI e con l’idea di introdurre una valuta parallela, Vladimir Putin si è detto disponibile ad offrire 5 miliardi di dollari in contanti.

Greek-CDS

Der Spiegel scrive:

Atene si aspetta a breve di ottenere 3-5 miliardi di euro di Russia – come anticipo sugli utili futuri che potrebbe guadagnare il paese dalle tasse di transito.

Voci negate dal Telegraph, che però riconosce come sarebbe utili ad Atene:

La Russia ha negato di voler fornire fino a € 5 miliardi per la Grecia per un gasdotto, in una mossa che potrebbe facilitare notevolmente Atene in crisi di liquidità.

Però 5 miliardi sarebbero una soluzione temporanea. Il paese è vicinissimo al default. Ma la Russia ha bisogno di un percorso alternativo che eviti completamente l’Ucraina (e la Bulgaria), cosa che secondo i piani del Cremlino sarebbe dovuta accadere nei prossimi tre anni. E con l’Ungheria e la Serbia ansiose di ospitare il transito del gas russo verso l’hub centrale europeo dell’Austria, la Grecia è l’anello mancante per il transito della rete fissa.

La Federazione russa apparirà come il generoso benefattore che corre in soccorso della Grecia, soffiando sul fuoco delle discordie della zona eurosalto_south5001 e consolidando ulteriormente l’opinione pubblica in suo favore. la Russia ha appena conquistato un alleato fondamentale al prezzo irrisorio di soli € 5 miliardi, senza nemmeno dover ristrutturare l’intero bilancio greco se la Grecia dovesse uscire dall’euro ed entrare nell’Unione economica eurasiatica.

Tra le altre cose, il Telegraph scrive:

Pechino ha anche cercato di investire in infrastrutture portuali della Grecia e comprato € 100  milioni di titoli di Stato a breve termine, la scorsa settimana.

You may also like...